Non prediche ma pratiche


Sul tema "non prediche ma pratiche"gli spettatori hanno scritto

E chissà quante volte tu avresti voluto urlare alle tue maestre “non prediche…non prediche ma pratiche!… aiutatemi voi!”.

Il quadro mi rimanda ad un passo del Piccolo Principe: “ è il tempo che tu dedichi alla rosa che la rende importante.”  Il somaro avverte quanto tempo, quanta cura, attenzione amore gli stai dedicando. E il miglior modo di insegnare passa attraverso la testimonianza, non attraverso le parole.

“Non prediche, ma pratiche”. Per una scuola di pratiche.

•Era facile per Martino, lui le prediche non le faceva ne, soprattutto, le ascoltava, per lui tutto era solo e soltanto pratica.

•Molto, ma molto di più della teoria ci aiuta la pratica a coltivare i nostri interessi ogni giorno, come fossero la rosa raffigurata che è dentro di noi …

•Praticare il mestiere di insegnante …
Praticamente impossibile
Teoricamente bello
Teoricamente impegnativo
Praticamente senza limiti …

•Mettersi a pensare …

•Tutti dovremmo dare il buon esempio con le opere, ma anche con le parole …

•Anche la mia maestra ci insegnava “praticando” … allevando i bachi da seta … ritagliando rondini di cartoncino per insegnarci che dopo l’inverno viene la primavera.

•Lo scopo della missione educativa è scoprire i talenti che ci sono in ognuno di noi; al fine di essere e di diventare noi stessi insegnanti di noi stessi.

•Come è nell’immagine è nella pratica e nel fare che trovo il senso della vita.

•Un regalo di Paulo Freire:
“Chi insegna impara e chi impara insegna …
La realtà non è così, sta così …
La costruzione è collettiva o non è …
Essere presente nell’azione educativa …
Estar presente en la acciòn educativa …”

•Credo che tanto, nella relazione educativa, nelle relazioni con altre persone, conti il rispetto che si mostra per i pensieri, le azioni, i bisogni, la gioia, i lamenti di chi ci sta di fronte.

•La mia professoressa d’italiano alle medie ci insegnava ad imparare la “pratica” della storia, della memoria, della geografia dei luoghi vicini con piccoli viaggi, “la poesia” con il racconto dei nonni che invitava a lezione.

•Condivido: “Non prediche ma pratiche”. Invito qualsiasi persona a dirmi come al tempo stesso dare amore, svolgere il mio ruolo educativo, senza penalizzare chi “asino non è”, riuscendo inoltre ad aiutare “l’asino”.

•Continuare ad innaffiare con amorevolezza la rosa nell’abito che indosso: la pratica di chi si prende cura dell’altro.

•Pigrizia contro Consapevolezza
Cortocircuito    Azione
Frustrazione    Trasformazioni
Soddisfazione

 


Copyright © 2011, Coop. Terrammare soc. a r.l.
Webdesign ROLANDO CIVILLA